Servizi:

Parola ai clienti:

"Questa azienda ci ha permesso di fare un salto di qualità per quanto riguarda tutte Le esigenze di comunicazione e di stampa"

             Hotel Molino Rosso
                Michela Galassi


TITOLO
Ideogrammi Cinesi

LA SCRITTURA

Ogni collaboratore di agenzia pubblicitaria, studio grafico o di tipografia dovrebbe conoscere la storia della scrittura per poter scegliere e consigliare i clienti circa il più efficace strumento per migliorare l’efficacia della sua comunicazione. E’ una storia che riserva non poche sorprese: la prima è che ogni singolo segno non è frutto di invenzione bensì è una evoluzione delle scritture precedenti.
L’uomo ha vissuto circa 50.000 anni prima di iniziare a scrivere: prima si era “accontentato” di parlare ed il suo sapere era limitato alla capacità di ricordare i racconti ascoltati. La prima forma di scrittura vera e propria è quella degli ideogrammi che nacque in Cina attorno al 2500 a.C.

Scrittura Carolingia

Gli ideogrammi sono sostanzialmente disegni stilizzati corrispondenti ad una parola. Questa forma di comunicazione obbliga ad una quantità enorme di segni: gli ideogrammi cinesi sono oltre 6000. Gli egizi inventarono i geroglifici: una forma di scrittura semplificata che indicava solo gruppi di consonanti. In Mesopotamia si sviluppò la scrittura cuneiforme che indicava sillabe comprendenti le vocali. Nel 200 a.C. e successivamente a Micene comparve una scrittura “lineare” ancora basata sulle sillabe. I Fenici sembra siano i veri sviluppatori dell’alfabeto. Dai Fenici derivò la scrittura ebraica e aramaica e, nel IX secolo a.C. l’alfabeto fenicio arrivò in Grecia. Qui furono assiemate consonanti e vocali e altri suoni compositi. I coloni greci diffusero l’alfabeto agli Etruschi che lo adattarono alla loro lingua e attraverso le colonie greche della Sicilia l’alfabeto giunse a Roma diventando lo strumento di scrittura della lingua latina.
La straordinaria espansione del dominio romano a tutta l’Europa e al nord Africa soppiantò tutte le precedenti varianti di scrittura proprie dei territori conquistati. La scrittura dalla quale traggono origine i caratteri di oggi è il “Roman” maiuscolo chiamato CAPITALIS QUADRATA. Fino al VII secolo a.C. non esisteva lo spazio tra le parole e la lettura avveniva ad alta voce in modo da capire la fine delle parole.
In epoca carolingia il monaco britannico Beda introdusse gli spazi. Antiqua In questi anni nasce la scrittura rotonda con l’onciale, originato dall’esigenza di scrivere più in fretta. I monaci del periodo carolingio inventano la scrittura minuscola: nascono i caratteri “bassi”. Successivamente la scrittura gotica spezza la rotondità e genera il “Fraktur” tipico del rinascimento germanico. In Italia gli umanisti restano fedeli alla scrittura carolingia, usano maiuscole e minuscole generando lo stile “Antiqua”, elegante, talora leggiadro che crea, per successive tappe, il corsivo.
Questo stile è il padre della scrittura moderna ancora usato presso tutte le culture occidentali.

PAG 1/2


CURIOSITÁ:

ARTICOLI DI INTERESSE:

STORIA DELLA TIPOGRAFIA:

TIPOGRAFIA A IMOLA PASSATO PRESENTE E FUTURO

Vuoi scoprire la storia della tipografia a imola, i metodi di stampa, lo studio grafico, le tecniche, i vecchi tipografi di un tempo come lavoravano? clicca qui

STORIA DEI CARATTERI:

CLASSIFICAZIONE DEI CARATTERI

Ogni tipografia ha un proprio campionario di caratteri. Anche l’agenzia pubblicitaria più strutturata concorda la scelta del carattere di stampa... clicca qui

STORIA DEL TIMBRO:

IL PRIMO TIMBRIFICIO LASER

I timbri oggi si producono con il laser e si vendono anche online. L’invenzione del timbro probabilmente ha origine oltre 10.000 anni fa. Gli scavi archeologici hanno restituito “impronte”...clicca qui

STORIA DELLA CARTA:

LA CARTA, PRODOTTO NATURALE PER LA COMUNICAZIONE

La carta è nata in Cina nel 105 d.C. Un impiegato statale la fabbricò con fibre di scorza di gelso, alghe e stracci. Dalla Cina la ... clicca qui